IMPROVVISI
Peccato che abbiano ragione gli svizzeri

La Svizzera ha saggiamente approvato il referendum con cui nelle aziende si privilegia l’assunzione di cittadini sugli stranieri. E’ bene ricordare che la cittadinanza è un diritto di primogenitura politica, i primi figli della nazione hanno dei diritti che gli ultimi non hanno e non possono avere, perché le sostanze e i beni dei padri sono sempre limitati e non divisibili in parti uguali all’infinito. Abbiamo dimenticato noi italiani la lezione di Pareto per cui l’economia politica è l’arte di allocare in modo ottimale risorse scarse fra usi alternativi? Invece, nella nostra infinita superbia e ignoranza, pensiamo che sia l’arte di creare risorse e distribuirle in modo eguale, come lo pensavano i comunisti che con le loro economie socialiste hanno invece portato solo fame, miseria e morte al mondo. Così noi ripetiamo quell’errore infausto, non facendo più differenze tra cittadini e immigrati clandestini, che trattiamo ingiustamente come e spesso meglio dei nostri connazionali, estendendo ad essi i medesimi diritti ed opportunità che vengono così ipso facto rubati ai figli della nazione. Nel Vangelo Gesù dice alla Cananea supplice che non è bene prendere il pane dei figli per gettarlo ai cagnolini, ed ella nella sua grande fede risponde giustamente che i cagnolini mangiano delle briciole che cadono dalla tavola del padrone, per questo Egli la loda e ne guarisce la figlia. Con il nostro umanitarismo filantropico ci siamo resi più malvagi dei malvagi di natura, che almeno sanno dare cose buone ai loro figli, noi invece ai nostri figli che ci chiedono il pane del lavoro diamo la pietra della disoccupazione o del precariato, perché intanto abbiamo distribuito il pane di casa ai cani o agli sconosciuti che vengono da fuori. Le nostre economie sociali sono il compimento di un pessimo paretiano che richiederà di essere compensato da una vendetta generazionale dei giovani sui vecchi, i quali saranno portati in massa all’eutanasia non per pietà ma per risentimento di quanto gli hanno tolto e fatto patire: solo da questo ingiusto eccidio rinascerà uno Stato, che sempre ha alla sua origine un delitto, i fondatori di Città sono Caino e Romolo.

FacebookTwitterGoogle+WhatsAppLinkedInEmail
LA NOSTRA CONFEDERAZIONE E UNA CERTA IDEA DELL’ITALIA
Caro Lettore, è il curioso destino di chi scrive non sapere mai chi lo legga; un paradosso elegante finché si scrivano dei libri, e invece confuso, direi anzi pervertito da quella sciagura di dilettanti vanesi, in fretta di dire e quindi sempre maligni, ch’è internet. Eppure quanto c’è accaduto e la meritata crisi, per difetto di talenti morali, non solo tecnologica, dell’editoria di carta non lascia altra scelta. Gli alti costi di una rivista cartacea superano le possibilità di questo nostro inizio, e le promesse a insistervi sarebbero minime. Del resto per proteggere questo sito che sarà una rivista colta, su un mezzo ch’è nemico della cultura, io e gli altri amici confederati in questa avventura ci siamo dati una forma diversa da quelle consuete. Anzitutto grafica. Essa a prima vista, col suo desueto bianco e nero e dei margini ben composti, risulta quanto di più proprio alla calma e ad una lettura non frettolosa possa crearsi su internet. Dove si tratta di aiutare anzitutto la capacità di concentrazione del lettore, d’evitare il suo distrarsi e la sciatteria frettolosa e distruttrice della lingua italiana che adesso ne consegue. Inoltre per mantenerci in questa confederazione d’intenti ci affidiamo al sostegno dei seminari, che avranno ognuno dei sostenitori espliciti, così da evitare il tormento della contabilità dei cliccamenti e della pubblicità. Ma ecco già da queste prime righe che al lettore risulterà ben comprensibile il nostro titolo: La confederazione italiana. Esso riassume un intento comune di fede nell’Italia, o meglio nel suo archetipo celeste e venerabile che si riflette nell’anime dei suoi migliori. E poco baderemo quindi ai peggio generato da quanti oggi frenetici ne occupano la cultura, l’economia e la politica. Si discreditano già da soli, e la loro confusione non risulterebbe migliorata dalla nostra avversione. Piuttosto a preoccuparci sarà la bellezza aerea dell’Italia che deve adesso rinnovarsi e sopravvivere, ma può farlo solo nel gesto di mutare i mali del presente in bene. Per farlo meglio oltre al rotolo centrale degli scritti e ai seminari tenteremo prima o poi anche la edizione di una rivista Aristeo, la quale richiederà intanto mezzi e tempo. O meglio, detto più civilmente, richiede che la minima compagnia volontaria che siamo riesca a covare, a riscaldare una volontà effettiva, come per magia. S’è detto mi pare quanto contava di dire, e noi ci siamo proposti: il resto tocca anche alla civiltà di chi ci farà il vero piacere di corrisponderci, scrivendo tuttavia non le frasette sgrammaticate e cretine consuete ai commenti su internet. Ma pensieri. Solo quelli, critici o no pubblicheremo nei commenti.

Raccolta fondi dei poveri o dei ricchi?

Diversi anni fa incontrai un prete ciccione, di quelli trafficanti, il quale discorrendo di non so quale pratica idea mi ammonì, solenne: “Guardi che le buone azioni si fanno con le chiacchiere dei ricchi e i soldi dei poveri”. Non so quanto sia vero, ma sia dei ricchi, sia dei Leggi di più[…]

  • hobbes

    Sul diritto naturale all’autodifesa e alle armi. Come in Svizzera

    Lo stato giacobino ha disarmato i cittadini arrogandosi il monopolio della violenza, per dominare meglio la società

    La definizione weberiana di Stato come  monopolio legittimo della violenza (Gewaltmonopol des Staates) mal si coniuga con la concezione hobbesiana dello Stato in quanto fondato su un pactum subiectionis finalizzato alla sicurezza individuale dei sudditi contraenti il patto, perché se la violenza è concentrata unicamente nelle mani dello Stato e delle sue forze armate ne […]

    (leggi tutto)
    geminello-alvi

    L’euro è al capolinea ormai ne servono almeno due

    Pubblichiamo la versione integrale dell'intervista di Franco Rigatelli a Geminello Alvi apparsa sul quotidiano Libero lo scorso 12 settembre

    Geminello Alvi, di lei si sa pochissimo. Cominciamo da quanti anni ha? «41 (risata fragorosa)». Un economista che imbroglia sui numeri? «Allora diciamo 61, ma sembrano meno». Già assistente dell’ex governatore della Banca d’Italia, Paolo Baffi, alla Banca dei regolamenti internazionali di Basilea, consulente di banche e ministri, tra cui Giulio Tremonti, editorialista di tanti […]

    (leggi tutto)
    un-mercoledi-da-leoni

    Se la giovinezza è un’estate invincibile

    Un saggio di Riccardo Paradisi racconta la condizione giovanile degli ultimi decenni e l'epica eterna dei vent'anni

    Il recensore ammette un poco di imbarazzo quando deve scrivere di un libro che avrebbe voluto firmare lui stesso. Accade raramente ma è il caso di Un’estate invincibile di Riccardo Paradisi (Bietti edizioni, 220 pagine, 15 euro) e il motivo dell’accadere è da cercarsi soprattutto nella comune appartenenza generazionale. Ancora non esiste un grande romanzo […]

    (leggi tutto)
    truffaut

    Ciò che amiamo non ci verrà mai strappato

    E' difficile restare fedeli agli ideali della giovinezza quando l'età adulta presenta il conto di una società materialista. Ma questa è la sfida a cui è chiamato ogni uomo libero

    Il Professor Geminello Alvi mi ha chiesto di scrivere una riflessione destinata a tutti coloro che stanno per concludere gli studi o che abbiano da poco iniziato il precorso lavorativo. In modo particolare mi ha chiesto di rispondere alle seguenti domande: Come si può salvaguardare l’obiettivo che ci si è dati nella vita senza che […]

    (leggi tutto)
    eastwood

    Perché Eastwood voterà Donald Trump

    L'ambiguità di Hillary Clinton, che ha mentito sulle sue condizioni di salute, rilancia il candidato repubblicano. Per il vecchio Clint è lui, oggi, l'alternativa alla pussy generation e alla clintonite

    Clint Eastwood voterà Donald Trump, come ha dichiarato lui stesso in un’intervista al magazine Esquire all’inizio di questa estate. Notizia rilanciata dalle agenzie e dai siti di tutto il mondo, proprio come se davvero fosse una notizia. Non lo è evidentemente. Perché nessuno che conosca un po’ il vecchio Clint – che ne conosca il […]

    (leggi tutto)
    copertina-garbin

    Quelle immagini viventi incise sulle rocce

    "Palæographica: il disegno e l'immaginario della vita antica" di Emanuele Garbin riporta alla vita dinosauri, fossili, ere preistoriche

    C’è un complimento, che mi è venuto in mente leggendo Palæographica: il disegno e l’immaginario della vita antica, di Emanuele Garbin (Quodlibet, 2016, € 26), e che istintivamente provo a formulare: “È un libro che ai bambini farebbe molto piacere avere in casa”. L’ho detto: è un complimento. Ma in che senso lo è? Forse […]

    (leggi tutto)
    giappone

    Il Giappone di Fosco Maraini e quel legame reciso con Tucci

    “Il Giappone per me non è più una cosa che si prenda o si lasci; è una frazione del sangue, un'essenza delle selve interiori"

    In occasione del 150° Anniversario delle relazioni tra Giappone e Italia, negli spazi di Palazzo Cominelli a Cisano di San Felice del Benàco (Brescia), organizzata dalla omonima Fondazione, è in corso sino al 2 ottobre 2016 la mostra dal titolo: “Il Giappone di Fosco Maraini Immagini, appunti, progetti”, dedicata al famoso orientalista. Figura complessa e […]

    (leggi tutto)
    Clinton

    Una replica: l’inizio nascosto delle fortune dei Clinton

    "Esiste ed è esistito un International Anglophile Network, conosco le sue azioni perché le ho studiate per vent'anni"

    La storia procede come una popolazione biologica in cui gli atti dei singoli sono ininfluenti oppure ristrette elites pilotano gli eventi a loro piacere? La democrazia è un destino progressivo che le masse plasmano oppure è il pretesto per un gioco di cui pochi orientano le regole per i propri fini? Questi dubbi invadono periodicamente […]

    (leggi tutto)
    Ettore_Majorana_cop

    Ettore Majorana, uno scienziato antimoderno

    Il suo disagio consisteva nel percepire come perdita e declino quei tratti della cultura e della società che gli altri percepivano invece come sviluppo

    Ettore Majorana come Frodo nel “Signore degli anelli”. Se stesso ma anche qualcosa che raffigura artisticamente la «fuga dell’individuo moderno dallo spirito della modernità: da quello che Weber ha chiamato spirito del capitalismo». Pagine che trattano «la storia dell’identità moderna, delle sue ambivalenze, della sua dissoluzione, della sua costante alterità». Un recentissimo libro sullo scienziato […]

    (leggi tutto)
    Yalta_1945

    Un filosofo in guerra

    Nel saggio di Gianfranco de Turris la ricostruzione storica di uno dei periodi meno conosciuti della vita di Julius Evola: il biennio tragico '43-'45

    Il nuovo libro di Gianfranco de Turris, Julius Evola. Un filosofo in guerra 1943-1945, uscito recentemente per i tipi di Mursia è un’accuratissima ricostruzione storica di uno dei periodi meno conosciuti della vita di Evola, basato com’è su una serie importante di documenti anche inediti, che gettano luce sul ruolo giocato da Evola a Roma […]

    (leggi tutto)
    scuola di atene

    Dioniso contro l’Io e il crocefisso

    La "cultura occidentale" con la mistica della globalizzazione e del melting pot ha pervertito il significato originario dell’universalismo greco e poi cristiano

    Vediamo oggi ovunque in atto gli effetti spirituali dell’ebbrezza dionisiaca, della smania globalista di abbattere i ‘muri’, i confini, i limiti e tutte le “nemiche barriere” che, come scrive Nietzsche, “il bisogno, l’arbitrio o la moda insolente hanno piantato tra gli uomini” (La Nascita della Tragedia, 1, L’Essenza dionisiaca). E’ un’orgia di massa travestita da […]

    (leggi tutto)
    giardino-Stolypin-w

    Pea, Pound, Marinetti al sole d’Egitto

    Tra fine 800 e inizio novecento Alessandria e il Cairo sono il crogiuolo di formazione di individualità destinate a lasciare un segno indelebile nella cultura contemporanea

    Il clima di Alessandria e del Cairo a quell’epoca, negli anni correnti dal 1885 al 1910, doveva essere stato singolare dato che presso la comunità italiana in Egitto si trovarono alcune individualità destinate – come il fondatore del futurismo – a lasciare una traccia nelle lettere italiane. Basti nominare Ungaretti e l’obliato Enrico Pea, il […]

    (leggi tutto)
    Renzi 4

    Dire No allo stato d’eccezione per difendere la democrazia liberale

    La riforma Boschi è stata approvata dalla direzione Pd e ratificata da un Parlamento eletto con una legge incostituzionale. Renzi sta commissariando lo stato di diritto

    Nel pensiero politico di Carl Schmitt si chiama Stato d’eccezione il momento straordinario in cui viene revocato lo Stato di diritto e, di conseguenza, sono sospese la libertà e la democrazia. È questa la deriva che ha imboccato il Paese dal 2011, grazie soprattutto a Giorgio Napolitano, il grande tifoso dell’invasione di Budapest nel 1956 […]

    (leggi tutto)
    Islam sabbia

    Islam politico e nomos della sabbia

    gli islamisti puntano a realizzare il Paradiso in terra per i musulmani, edificando lo Stato Islamico

    Non vi è dubbio che la cosiddetta prima globalizzazione, a cavallo tra il 19º e il 20º secolo, diffondendo il capitalismo, la modernizzazione e i loro effetti disgreganti sugli ordini e le identità tradizionali abbia contribuito a provocare movimenti di reazione e di ritorno all’indietro, verso identità anche solo immaginate (la romanità, la razza ariana) […]

    (leggi tutto)
    Faggioni 2

    Carlo Faggioni

    E tutto da appena morto gli accadde di rivedere quindi a ritroso in sincope circolare d’eventi

    Cieli talmente nitidi sui quali il giallo si dora, dove inoltrandosi il cuore accelera il rosso che sfuma delle nuvole, per caricarsi della vita che infiamma l’orizzonte e trionfa prima della tenebra. Così, 10 aprile del ’44, il cielo avvolgeva di cinabro il capitano pilota Carlo Faggioni, mentre ristudiava l’elementare piano di volo dei suoi aerosiluranti. […]

    (leggi tutto)
    Socrate

    Socrate o il destino dell’Europa da compiersi

    La cultura occidentale deve ancora comprendere le implicazioni della lezione socratica per uscire dalla dialettica tra razionalismo e nichilismo

    Se Socrate non avesse dovuto bere la cicuta, cosa sarebbe avvenuto? Quanti pensano, oggi, alla possibilità che, se non fosse stato condannato, Socrate avrebbe potuto dialogare col giovane Aristotele? Socrate era, infatti, uomo di salute e forze inesauribili – si veda il ritratto che ne fa Alcibiade nel Simposio di Platone! –, tali da non […]

    (leggi tutto)
    Isola Balena

    Von Wirkow, atermico

    Vita stravagante d'un barone eccentrico che non pativa né freddo né caldo, e prediligeva il respiro dei pesci e dei delfini

    Negli impolverati digesti dell’Accademia Strasburgensis a Mulhouse è riportata la memoria redatta in bella calligrafia nel 1776, da un tale Hubert Von Wirkow, signore di un castello vicino a Le Havre, e malgrado il nome, francese. La memoria riguarda i vari eventi occorsi quarant’anni prima allo stravagante nonno dello scrivente, quel Barone ed ex ufficiale […]

    (leggi tutto)
    Martin mystere

    Alla ricerca dell’opera fumettosa

    Colloquio con Alfredo Castelli, il "grande vecchio" del fumetto italiano

    Storico e sociologo del fumetto. Autore, perfino disegnatore. Profilo da saggio e una competenza impressionante (ammette però di non essere stato particolarmente bravo a scuola). Incontro Alfredo Castelli  all’interno del contenitore “Etna Comics, festival internazionale del fumetto e della cultura pop” (Catania, 2-5 giugno 2016). Facile abbinare al suo nome Martin Mystère, Zagor e Mister No. Con […]

    (leggi tutto)
    Pericle

    Quale democrazia? Il problema del nuovo mondo

    Maggioranze dittatoriali ed etereoguidate dal politicamente corretto stanno portando l'Occidente al suicidio. Ma c'è una verità profonda che il nichilismo non può cancellare

    L’uomo è l’animale dotato di parola, zoon logon echon, ma si intende con ciò dotato della possibilità della parola, non della sua attualità. Il dominio dell’uomo sul mondo, ovvero la sua posizione predominante rispetto ai suoi fratelli animali e vegetali, si fonda su un’isegoria cosmica degli intelligenti, di coloro che sanno parlare, non su un’isocrazia […]

    (leggi tutto)
    Stazione

    Binari unici e binari morti

    Le FS, che non vedono l’ora di scrollarsi di dosso i rami secchi della loro rete, hanno trasformato in ruderi le stazioni di un tempo che fu

    L’incidente tra Andria e Corato, di qualche giorno fa, e ormai dimenticato per l’incedere di nuove atroci notizie, fa ancora male. Perché ha ucciso. Perché, più di ogni altra cosa, ha colpito l’immaginario di ognuno. Chiunque avrebbe potuto trovarsi a bordo di quel treno. Quello che è capitato è un incidente che fa a pugni con la quotidianità […]

    (leggi tutto)
    Montanelli

    Montanelli, l’arcitaliano

    A 15 anni dalla morte i formali encomi alla sua spenta celebrità avrebbero inorridito il grande vecchio del giornalismo italiano

    «In Italia nessuno lascia nulla a nessuno» scriveva Montanelli in una sua “Stanza”, un mese prima di morire. Lui stesso era una «ombra» destinata a passare: «forse sarò ricordato da qualcuno dei miei lettori, non certamente dai loro figli». Sarà: ma è difficile immaginare un Indro rassegnato all’anonimato postumo. Che fosse stato un grande, tutti […]

    (leggi tutto)
    metropolis 2

    L’anima al tempo della tecnica

    Il sapere tecnoscientifico costruisce un mondo unidimensionale che ha come fine solo la propria riproduzione. Ma ci sono ancora delle oasi di libertà

    È vero, la tecnica è vecchia quanto l’uomo, come ricordava Arnold Gehlen in polemica con le trenodie malinconiche dell’idealismo di fronte all’avvento dell’era tecnologica. Ma noi non siamo più di fronte a una dialettica tra l’uomo e la tecnica, siamo, come avvertiva Martin Hiedegger all’inizio degli anni Cinquanta, di fronte alla trasformazione tecnica del mondo […]

    (leggi tutto)
    Alba romantica

    La luce dell’Io che ci salverà nell’Apocalisse

    In queste settimane di morte e terrore tutto vorrebbe indurci a credere di essere condannati all'angoscia, la realtà è che ognuno di noi custodisce un giacimento immenso di libertà, di forza e di vittoria

    Io sono. In queste settimane che tutti sentono apocalittiche, la superficiale crosta di angoscia o terrore sembra voler distrarci proprio dall’esperienza vissuta dal Giovanni dell’Apocalisse: Io Sono. Apocalisse, allora, diventa, in questo emozionale presente, solo annuncio ed evento di disgrazia; e sembra tacere, di fronte alla rintronante berciante cacofonia della tenebra, il gentile ed onesto […]

    (leggi tutto)
    Von Stauffenberg

    Germania segreta: per Claus Von Stauffenberg e i congiurati di luglio

    72 anni fa un colonnello della Wehrmacht e i suoi camerati tentavano di salvare la Germania da Hitler

    C’è chi ha detto che ogni viaggio è una ricerca, e che il viaggio è una caratteristica della gioventù. Ma l’intera esistenza, se concepita come avventura, è un cammino verso il proprio destino, un iter inaudito, come lo chiama Hermann Hesse nel racconto Il pellegrinaggio in Oriente, dove viene ricordata l’esperienza di quel movimento giovanile […]

    (leggi tutto)
    Isis

    L’Europa di Mel Brooks nel caos globale

    Siamo tutti bersagli mobili come a Gerusalemme o a Beirut...

    Il pianeta Marte si sta tuffando nel cuore insano dello Scorpione a toccare Antares e congiungersi con Saturno, il 24 agosto. Proprio il segno che nel Medio Evo era associato agli arabi eccitato dunque da Marte. Ed intanto a riconferma dell’evento stellare: il seguito sfrenato, orgia, di eventi  orrendi proiettati nella successione di un ritmo […]

    (leggi tutto)
    Wright

    Per un’architettura organica e funzionale

    Costruzioni che abbiano in sé valori plastici, dinamici, metamorfici, rispondono alle esigenze di un mondo che chiede immaginazione, creatività, vitalità e un pensiero vivo

    Riandando con la memoria e rileggendo le relazioni post-congressuali, comparse anche sulle pagine di “La Confederazione Italiana”, del convegno “Le coniche in architettura”, promosso dalla Rivista stessa e svoltosi a Milano il 1 dicembre 2015, sorgono alcune considerazioni. Riconoscendo evidentemente l’interesse e il valore dei temi proposti, si vogliono però qui aggiungere ulteriori osservazioni all’argomento, […]

    (leggi tutto)
    Georges-Dumézil

    Dumezil notre maître

    La tripartizione dell'organismo sociale, il patto olimpico, il diritto sovrano

    Si era aperto letteralmente il vaso fatale di Pandora quando, opera dopo opera, a partire dal lontano 1939, con il breve saggio Les dieux des Germains Georges Dumézil costruiva o, forse, ricostruiva l’architettura della tripartizione funzionale in atto negli olimpi delle varie stirpi indeuropee. Di lì era prevedibile che non solo degli allievi di poco […]

    (leggi tutto)
    italia-preunitaria

    Nazioni per consenso e autodeterminazione dei popoli

    lo Stato-nazione è un'entità storica in via di superamento, dopo di lui vivrà la comunità federale

    “Nazione” è forse il termine più vago e controverso del vocabolario politico. Comincia a fare la sua comparsa con la Rivoluzione francese e da lì inizia ad assumere il significato con cui, anche oggi, viene comunemente usato. Prima della rivoluzione dell’89 gli europei adoperavano questa espressione caricandola di valenze semantiche molto diverse e usandola per […]

    (leggi tutto)
    Renzi Merkel

    La morsa che stringe Renzi

    Le minacce che incombono sul premier e il suo governo ora provengono dall'interno del Pd e della maggioranza. La manovra di Amato

    Il cappio si stringe attorno al collo di Matteo Renzi che in verità ha fatto poco o nulla per evitarlo. Le minacce che incombono sul suo futuro non giungono più solo dall’esterno – crisi del sistema bancario, tensioni con la burocrazia di Bruxelles, economia che cresce meno del previsto, occupazione che non decolla – ma […]

    (leggi tutto)
    woman

    L’Islam alla conquista delle nostre vite

    Archiviata la minaccia comunista si affaccia quella di un altro fondamentalismo. Nell'ultimo romanzo di Nino Milazzo una ricognizione sullo scontro di civiltà visto dal "confine" siciliano

    Morte e pessimismo. La morte della compagna e il suicidio del fratello di Stefano Rubinio professore del sud che periodicamente vive nell’amata Cortina. Circa il pessimismo basti la citazione della “Morte del sole” di Manlio Sgalambro. L’apertura del nuovo libro di Nino Milazzo – ex vicedirettore del “Corriere della Sera”, fino a qualche tempo fa […]

    (leggi tutto)
    magnolia

    Irina

    Chi insegue d'estate un volto e un nome, tiene dietro, in fondo, alla sua anima che fugge via

    È un pomeriggio della metà di marzo. Le chiedo l’ora mentre passa sul ponte dove spesso mi arresto a guardarmi svagato gli alberi delle rive e i flutti intrecciati delle acque correnti. Lo ricordo bene perché gli alberi che cominciavano a rivestirsi erano sovrastati da un cielo di belle nubi che si rincorrevano in vari […]

    (leggi tutto)
    Parlamento

    Perché la Costituzione è superata

    Considerazioni sulla carta italiana - che non è la più bella del mondo - al di là del referendum di ottobre

    La Costituzione del 1948 è finita. Il contratto sociale e politico tra Stato, governanti e governati, base del patto istituzionale, è stato travolto dalla storia. Quel patto non regge più perché ormai sono venute meno in modo definitivo, completo e totale sia le condizioni materiali che quelle formali della sua esistenza. Uno dei motivi della […]

    (leggi tutto)
    Keller morte

    Lo strano caso di Alessandro Keller

    Era una serata d'inverno senza neve, come questa, quando entrò un vecchio coi capelli lisci e bianchi

    Nella paura abita un densificarsi di orrore e di vertigine che raffredda l’anima. Gli arti non afferrano e i pensieri velocemente si scombinano: così la precaria concrezione d’abitudini che gli psichiatri chiamano io, e che invece è soltanto anima, si scoordina, si rivela una crosta forse provvidenziale, ma sottile. La paura è distacco dall’anima consueta, […]

    (leggi tutto)
    EUR1

    La città utopica

    Dalla metropoli futurista all'Eur 42, una visione urbana del futuro in mostra al MART di Rovereto

    Nella sede distaccata del MART di Rovereto, in quel luogo assolutamente unico che è la Casa d’Arte Futurista Fortunato Depero, è ospitata sino al 25 settembre 2016, la mostra: La Città Utopica. Dalla metropoli futurista all’EUR42. Nell’ambito delle celebrazioni nate intorno ai 500 anni dalla pubblicazione del testo Utopia (1516) di Thomas More, sono esposti […]

    (leggi tutto)
    Santissima_trinita_dei_pellegrini-cop

    Il tesoro di Santa Trinità dei Pellegrini

    La Trinità Divina dipinta da Guido Reni è un’opera geniale: un capolavoro assoluto del Primo Barocco che riverbera dottrinalmente il mistero del Credo cristiano

    C’è una chiesa a Roma che ci è particolarmente cara, è Santa Trinità dei Pellegrini, la prima chiesa dove operò quel gigante dell’Occidente che fu Filippo Neri… “Pippo Bono” come lo chiamano i romani sin dalla sua venuta nell’Urbe del XVI secolo. In quel luogo viene, unico nell’intera città, ancora celebrato il rito romano in […]

    (leggi tutto)
    Letta

    Perchè la pura logica direbbe che Renzi va presto a casa

    Da prima della Brexit le banche sono in difficoltà, ma il nostro chiacchiera e arriva in ritardo

    Renzi che sbraccia davanti ai microfoni, non deve aver avuto molti dossier aperti e tantomeno l’abitudine di leggerli davvero.  Il donnaio e gli impiegatuzzi toscani già, sospetterei, non sanno prepararglieli troppi, o scegliere qualcheduno capace di scriverli bene. Ma sopratutto questo Renzi ha il viso di chi non legge, la sua è espressione al più […]

    (leggi tutto)
    zago

    Zagor, cinquantacinque anni dalla parte della giustizia

    Intervista a Moreno Burattini, autore della Bonelli: "I nostri fumetti hanno attraversato le generazioni e le classi sociali"

    «Sergio Bonelli ha fatto leggere gli italiani più di qualunque altro autore» dice sicuro Moreno Burattini, editor della collana dedicata a Zagor della “Sergio Bonelli editore”. «Tex, Zagor, Dylan Dog e gli altri hanno attraversato in settant’anni di casa editrice, a cominciare dalla “Audace”, tutte le classi sociali. I fumetti di Bonelli, come Tex, erano […]

    (leggi tutto)
    hobbit

    Viva l’Inghilterra,Tolkien e la Contea

    Un voto contro le élite della finanza e della city, contro i pareri di Soros e gli avvisi di Obama

    Viva l’Inghilterra, perfida per quant’è sempre pratica, non amabile sovente, e che tuttavia  alla fine d’ogni importante  evento che  la  minaccia, costringe chiunque alla pausa, ammirata. Tant’è che dopo aver pesato tutta la sua inimicizia per gli europei, e le piraterie continue che si è inventata nei secoli per prevalere, ogni volta bisogna ridirlo: sono […]

    (leggi tutto)
    Grillo

    Come finirà la storia Cinquestelle

    Il destino del movimento è già segnato: divorerà se stesso, ma prima farà danni

    Si può ragionevolmente dubitare  che i milioni di italiani che domenica 19 giugno si sono precipitati a votare simbolo e candidati pentastellati abbiano realmente capito su cosa e chi stavano apponendo le loro segnature. Con uguale entusiasmo a Roma, come nel resto di Italia, sono corsi al voto per non fare mancare il loro incondizionato appoggio […]

    (leggi tutto)

    Russia immortale in Arcadia

    Divagazioni su un'armata baltica riparata nel Liechtenstein

    Dalla cronaca del Liechtenstein, minuscolo principato indipendente sul versante settentrionale delle Prealpi, si viene a sapere di una prima armata nazionale russa che, rimasta invitta contro tre o quattro eserciti che solo si sono dimenticati di lei, nel turbine della seconda guerra chiede – con nonchalance degna d’un salotto di nobili baltici – di poter […]

    (leggi tutto)

    Lo strano caso di Milano

    Due candidati sobri, una campagna elettorale civile, lontana dal populismo di Renzi e di Grillo

    Milano, la città vetrina dell’Italia, guarda con disincanto alla politica. Al ballottaggio tra Beppe Sala (centrosinistra) e Stefano Parisi (centrodestra) hanno disertato  le urne cinquecento mila elettori, circa la metà degli aventi diritto: l’affluenza si è fermata al 51,8 %. Un risultato che segna il picco più basso non solo in Lombardia, ma anche in […]

    (leggi tutto)
    Catania-cop

    I misteri di Catania

    La città di Bellini, di Majorana, dell'Etna e di Sant'Agata in un romanzo che ne racconta i segreti

    Catania e quel rischio – maledetto – di buttarla in poesia. Catania e il suo reparto di punti di vista. Forse ha ragione chi dice che laddove c’è mito non c’è storia, e viceversa. E Catania di miti ne ha troppi. È così abituata a raccontarsela in un certo modo, la città di Vincenzo Bellini, […]

    (leggi tutto)
    01-00028337000002 - MORTO GIANFRANCO MIGLIO - RETRO 1993 - MORTO A 83 ANNI IL POLITICO CHE FU IDEOLOGO DELLA LEGA NEI PRIMI ANNI '90

    Il federalismo di domani

    Vent'anni fa Gianfranco Miglio aveva preconizzato la fine della Repubblica e la morte dello Stato, sancendo la nascita della Repubblica federale. Ci siamo

    Ha ragione il grande poeta trobadorico Bertrand de Ventador a sostenere che la Repubblica non sa e non può riformarsi. Ce lo insegna la storia: che lo Stato sia in grado di promuovere la sua stessa rigenerazione, dal di dentro, è pressoché impossibile. Ce lo ha dimostrato Luigi XVI che, nella primavera del 1789, convocò […]

    (leggi tutto)
    Tempio_greco-cop

    Conosci te stesso, l’aurora della filosofia

    Con l'Alcibiade di Platone - testo di culto per i ricercatori di ogni tempo - l'Occidente comincia a pensare

    Tra i dialoghi di Platone l’Alcibiade primo o maggiore è quello forse che si presta nel migliore dei modi come punto di partenza di ogni sincero ricercatore spirituale. Non è certo un caso che fosse affrontato per primo nel curriculum giamblicheo, adottato dall’accademia neoplatonica di Atene. Infatti fra la fine del IV e l’inizio del […]

    (leggi tutto)
    Rousseau 2

    Rousseau e i grillini

    Nel sistema operativo ideato da Casaleggio e lasciato in eredità al movimento Cinquestelle vivono le idee del padre della democrazia totalitaria

    “Questo è il sogno di Gianroberto Casaleggio” dice Luigi Di Maio presentando a Roma, alla vigilia delle elezioni amministrative che proietteranno Virginia Raggi al Campidoglio, la piattaforma Rousseau, un sistema operativo ideato da Casaleggio e oggi gestito dal figlio David che ne possiede le chiavi d’accesso. Rousseau è il dispositivo che dovrebbe garantire nel movimento […]

    (leggi tutto)
    Le-Corbusier

    Le Corbusier alla ricerca della committenza ideale

    Intervista di Vincenzo Cristallo a Giorgio Ciucci sull'utopista che ha plasmato la realtà

    Vorrei iniziare questo colloquio partendo da un aspetto apparentemente collaterale. Tra le tante che si raccontano di un Le Corbusier in tono minore, una di queste riguarda la sua dimensione di pittore. Un’attività nella quale alcuni ritengono che lo stesso Le Corbusier si sia sopravvalutato. Per Le Corbusier la pittura rimane a lungo, almeno fino […]

    (leggi tutto)
    italia-preunitaria

    Dopo la Repubblica Italiana

    La Repubblica Italiana non sa e non può riformarsi. Alcune aree forti del paese sono forse in grado di riformarsi nel territorio e riaccorparsi in macroregioni europee

    Lo scenario che sta disgregando l’Italia Lo stato in Italia manca ormai alle sue funzioni primarie che sono fare leggi eque e durature e proteggere i confini entro cui applicarle. Leggi prive di buon senso e precarie; magistratura di parte; dilagare dei migranti: i sintomi del disfarsi di questa necrolica Repubblica che minaccia le sorti […]

    (leggi tutto)
    Guevara

    Adiòs revoluciòn, Cuba ora sogna i dollari americani

    Magliette, cappellini e bandierine a stelle e strisce. Ormai è sulla bocca di tutti: arriveranno gli yankee, stanno giá arrivando.

    L’edificio decadente che ospita il tribunale popolare de L’Avana ha i colori pastello della calma pigra che si respira in tanti angoli di Cuba. Sottili travi di legno ne puntellano i balconi, in quella che solo ora, alla fine del viaggio, mi appare come una chiara metafora dello statodel regime. É il Primero de Mayo, […]

    (leggi tutto)

    Luigi Capuana e Croce Zimbone sovrani della beffa

    Sciascia li annovera nell'elenco degli scrittori siciliani "folli", smascheratori di tic e vizi nazionali e regionali

    Tradizione impone che studenti liceali siano invitati a conferenze su Tizio o Caio. Non ci si attende una trasformazione dalle familiarità alchemiche. La parola ha potere non quanto la musica. Il bla bla degli uomini, pur blasonati, vale un’incognita. È la regola, e Catania è una delle capitali del chiacchiericcio colto e vestito a festa. […]

    (leggi tutto)
    palazzaccio

    Potere giudiziario e democrazia

    Il difetto di garantismo del nostro ordinamento giudiziario deriva da un retaggio inquisitoriale. Poco compatibile con una mentalità liberale

    “Non  ci sono presunti innocenti, ma solo colpevoli ancora non scoperti”. Esemplare espressione esemplificativa di un pensiero  giuridico integralista che trova la sua naturale esplicazione nella forma inquisitoria del processo giudiziario. Peccato che a pronunciarla non sia stato  il famoso Tomas de Torquemada, primo Grande Inquisitore spagnolo, nonché priore del convento domenicano della Santa Cruz di Segovia e confessore […]

    (leggi tutto)

    Il pactum sceleris di Renzi con l’Ue: immigrati in cambio di flessibilità

    Ecco il ricatto di Germania, Olanda, Finlandia accettato da Roma: sfondate pure i conti pubblici ma con le ondate di profughi vi arrangiate da soli

    L’ondata di immigrati che si sta riversando sulle coste italiane, con numeri crescenti rispetto ai periodi dello scorso anno, non sta creando problemi al nostro Paese. Così dicono le autorità  che dovrebbero monitorare il fenomeno laddove si forma, ovvero sulle coste della Libia: non c’è alcuna allerta. Autorità, si badi bene, che su input del […]

    (leggi tutto)
    Caroline de Bendern

    Clouscard, il ’68 come fase aurorale del neocapitalismo

    In un saggio di Lorenzo Vitelli la parabola del pensatore francese che nel "vietato vietare" vide l'anticamera del consumismo totale

    Lorenzo Vitelli è un giovanissimo (1992) studente di filosofia che, oltre al merito di aver scritto un libro su una tematica complessa ma attuale come il neo-capitalismo ed un pensatore praticamente sconosciuto in Italia, come Michel Clouscard, si occupa da qualche anno di iniziative editoriali di lodevole valore che hanno come denominatore comune il superamento […]

    (leggi tutto)
    Scruton

    Essere conservatori

    Perché leggere l'ultimo saggio di Roger Scruton e meditare il suo pensiero nell'Europa che si sta suicidando

    “Nei momenti in cui le cose cambiano troppo in fretta si pensa a conservare ciò che è essenziale”. “Conservare l’essenziale” dice Alain Finkilekraut: sarà per questo che il continente europeo è investito da un’onda elettorale che si oppone con radicalità al regime tecnocratico di Bruxelles? La protesta che sale dall’Austria come dall’Ungheria, dalla Francia come […]

    (leggi tutto)
    magnolia

    Maientag

    Rapsodia di primavera sulla riva del flumen frigidum ora che l'inverno è solo un ricordo

    Maggio. Sulla riva del flumen frigidum, l’Adige dei Latini, le traiettorie fischianti delle rondini si inseguono. Le “beazze”, le scaglie di ghiaccio che galleggiavano sulle fredde acque del fiume lungo il lento corso in pianura sono solo lo sfocato ricordo delle stagioni invernali di oltre un secolo addietro. E da tempo che non vengono purtroppo […]

    (leggi tutto)

    Da Eleusi al Logos

    Il saggio di Arcella sui misteri antichi dimostra come l'eclissi del sacro è solo il tempo di una nuova aurora

    In viaggio verso coste italiche Tamo il marinaio udì la voce che annunciava il deserto futuro: “Il grande dio Pan è morto!”. Quel momento, raccontato da Plutarco, quella voce, sanciscono la fine del tempo degli Dei, della contiguità nostra e naturale col divino, col Tutto. Fino ad allora l’uomo poteva ancora percepire la natura nella […]

    (leggi tutto)
    beni culturali

    Very bello

    La riforma Franceschini mette i beni culturali italiani in mano alla politica tramite prefetti e "creativi". Un disastro annunciato

    Che ci fosse da aspettarsi il peggio lo si poteva intuire già un paio d’anni fa quando il ministero dei Beni culturali volle battezzare con il nome Very-bello il sito nato per promuovere gli eventi culturali italiani nel periodo dell’Expo 2015. E il peggio naturalmente è arrivato. La cosiddetta riforma dei Beni culturali ha seguito […]

    (leggi tutto)
    cop-fermat

    Infine, in margine all’ultimo teorema di Fermat

    C'è da dubitare che il nostro concetto di numero razionale coincida del tutto con quello che avrebbe avuto in mente Diofanto

    Di Diofanto sappiamo poco. Nacque o comunque visse ad Alessandria di Egitto, in pieno mondo ellenistico, probabilmente ai tempi dell’imperatore Antonino Pio (è attendibile quanto dice un matematico e umanista del Cinquecento, il bolognese Rafael Bombelli, fra i primi a riscoprire i testi riportati da codici medioevali alla Biblioteca Vaticana, di cui qualcosa è poi […]

    (leggi tutto)
    Collegium

    Universitas, qualcosa di più dei crediti formativi: uno spazio di Philia

    La battaglia dello spirito contro i sistemi di controllo sovietici introdotti negli atenei europei con gli accordi di Bologna, spetta a quei docenti e studenti che vogliono rimanere liberi

    Chi ha avuto la fortuna di visitare la bella città di Cracovia, si sarà forse imbattuto nella vecchia sede dell’università Jagellonica, il Collegium Maius donato nel quattordicesimo secolo da Re Jagiello alla neonata Akademia Krakowska, poi ricostruito un secolo dopo nel caratteristico stile tardo gotico. Chi scrive ricorda soprattutto le dimensioni ridotte della struttura – […]

    (leggi tutto)
    scuola belle arti

    La cultura non è un test. La missione spirituale della pedagogia

    Le riforme scolastiche e universitarie dell'ultimo decennio hanno dequalificato la formazione. Perché occorre reagire e come

    Il tema della formazione è forse il tema centrale delle società di massa. Non bisogna ricordare Mazzini per comprendere quanto la democrazia (la Repubblica avrebbe detto lui) si sostenga solo se si riesce ad elevare il livello culturale e spirituale di un popolo. Ogni tentativo di educazione delle masse, però, si scontra, e si è […]

    (leggi tutto)
    Couliano

    Ioan Petru Culianu, ai confini della realtà

    25 anni fa, nell'università di Chicago, veniva assassinato il geniale discepolo di Mircea Eliade. La sua vita, i suoi studi, la sua morte sono ancora circondati di mistero

    Ioan Petru Culianu nasce il 5 gennaio 1950 al numero 13 di via S. Athanasie a Iași, capoluogo della Moldavia, vicina all’allora confine sovietico. Sua madre, Elena Bogdan (1907-2000), è una professoressa di chimica inorganica con la passione per la fotografia; il padre, Sergiu-Andrei Culianu (1904-1964), è avvocato e matematico. Sergiu intraprende la sua formazione […]

    (leggi tutto)
    scuola di atene

    La via italiana alla formazione: un futuro possibile

    Solo la nostra vocazione all'anarchia ci salverà dalla standardizzazione culturale. Ma occorre voler osare un altro scenario e un'altra visione

    Risuona in me ancora viva la giornalistica letizia che il 29 Gennaio mi capitò di percepire, sfogliando le testate in un caffè veronese, sulla mattutina via verso un treno per Monaco. Nasceva, quella letizia, da un’indagine che mostra come i giovani italiani, fra gli europei, siano quelli che più facilmente trovano un lavoro gratificante in […]

    (leggi tutto)
    Dresden

    Heinrich Tessenow

    Padre del miglior doricismo tedesco a lui si deve la qualità della ricostruzione postbellica nella Germania distrutta

    Di tutte le periferie delle città europee che mi è capitato di vedere, quelle più misurate e vagamente gradevoli sono nell’Europa centrale, in Germania soprattutto, e qua e là in Svizzera, Olanda, e Austria. Quasi mi pare di poter dire senza troppo esagerare che è grazie anche a Heinrich Tessenow se ciò è avvenuto. Questi, […]

    (leggi tutto)
    diamond

    Il cristallo come superamento della vecchia natura

    Le forme perfette inducono la mente a voler capire come possano essersi sviluppate in tale meraviglia dalla materia rude e oscura

    A volte, girovagando per fiere e mercatini, succede di provare una repentina emozione di fronte al banco di un venditore di minerali e cristalli. La nostra attenzione viene calamitata dalla esplicita bellezza delle forme geometriche che sembrano adagiate, nella loro grazia, su una materia sottostante brulicante di riflessi e colori. Un’ improvvisa emozione soverchia il […]

    (leggi tutto)
    Trump

    Le conseguenze economiche di Donald Trump

    Le tesi economicamente scorrette del candidato repubblicano implicano un aumento del tasso di risparmio negli Stati Uniti

    Le tesi della signora Clinton paiono sbiadite, in ritardo di vent’anni; quelle dei suoi avversari Sanders e Trump invece  hanno almeno una loro coerenza. Infatti le tesi economiche di  Sanders, e questo spiega il suo successo tra i keynesiani, implicano il conclusivo annientamento del tasso di risparmio degli americani avviato dal presidente marito della Clinton con […]

    (leggi tutto)
    Tito Boeri

    Tito Boeri ha fatto un sogno…ma è il vecchio assistenzialismo

    L’idea di abolire i vitalizi dei politici e di applicare alle vecchie pensioni il sistema contributivo è vanificata dal reddito di cittadinanza

    Non passa giorno senza che il presidente dell’Inps Tito Boeri delizi tutti noi con ipotesi di riforma del sistema pensionistico che consentirebbero significativi risparmi da destinare a “nuove politiche sociali”. L’ultima trovata riguarda l’idea di abolire i vitalizi dei parlamentari e consiglieri regionali, applicando loro le norme del sistema contributivo valido per tutti gli altri […]

    (leggi tutto)
    Antigone 2

    Antigone, libertà dal potere

    Il diritto naturale, dall'antichità a oggi, continua a dirci che la prima fonte del diritto è la coscienza individuale

    “Non potevo pensare che i tuoi proclami potessero violare quelle leggi del Cielo non scritte che non da oggi e da ieri, ma da sempre, sugli uomini si ergono immortali” Fiere parole quelle che Antigone rivolge a Creonte, re di Tebe,  che la accusa di avere violato il suo divieto di dare sepoltura al corpo […]

    (leggi tutto)
    Tolkien

    “Così hanno tradito il mio Tolkien”

    Parla Vittoria Alliata di Villafranca, la prima traduttrice italiana del Signore degli anelli

    12 aprile 2016. Vittoria Alliata di Villafranca in conferenza per la presentazione del libro di memorie del padre Francesco Alliata di Villafranca vulcanico imprenditore e geniale uomo di cinema, morto nel 2015. Il Mediterraneo era il mio regno, edito da Neri Pozza. Un piacere e un onore intervistare sulla sua particolare ispirazione tolkieniana, la traduttrice […]

    (leggi tutto)
    Carofiglio

    Carofiglio, scrittore mancato

    Passeggeri notturni è una serie di raccontini e apologhi scontati e banali, soprattutto molto noiosi

    La nobile arte del racconto breve, del poemetto in prosa, dell’elzeviro si va perdendo. Chi conosce appena le dinamiche del mercato editoriale sa che risulta arduo veder pubblicata una raccolta di novelle, che rimarrebbe invenduta ancor più dei romanzi. È un piccolo mistero, dato che il difetto di concentrazione di noi contemporanei dovrebbe agevolare la […]

    (leggi tutto)
    Azadi_t

    Iran: una straordinaria occasione

    Un mercato di dimensioni importanti che si rende disponibile con tutto il suo potenziale di curiosità

    La fine dell’embargo occidentale nei confronti dell’Iran è un’occasione unica. L’occidente ha l’opportunità di porsi nei confronti di un paese non occidentale, così importante per dimensione e posizione geopolitica, senza considerarlo un pezzo di mercato da aggiungere all’esistente sūk globale. Gli analisti però, che basano la propria conoscenza più sulla finanza che sulla cultura, tuonano […]

    (leggi tutto)
    Teatro Bellini

    L’Italia di Renzi è cattivo teatro

    Il premier in visita a Catania: cronaca di una giornata particolare

    Una voce molto fa, si diceva una volta. Figuriamoci due. Catania, 740 milioni di euro in arrivo, che aggiunti ad altri già stanziati fanno 790 milioni. Da spendere entro il 2020 con eventuale premio per chi sarà capace di darsi una mossa. Aree interessate: infrastrutture con la creazione di un collegamento tra la città e […]

    (leggi tutto)
    paolobuono

    Ancora in margine al teorema di Fermat

    La sua congettura si è dimostrata esatta. Ma quale dimostrazione lui aveva immaginato?

    Per più di tre secoli nessun matematico era riuscito a risolvere la questione: la congettura formulata nel cosiddetto ultimo teorema di Fermat è vera o falsa? Come è abbastanza noto, nel 1994 il matematico inglese Andrew Wiles ha finalmente dimostrato che è vera. Dunque da allora la congettura è stata promossa a teorema, a pieno […]

    (leggi tutto)
    Fellini

    E Fellini vide l’Italia consegnarsi al mostruoso

    "Si sta diffondendo nel Paese un alienato rassegnarsi all'abnorme, al delirante...alla sconfinata possibilità di rimuovere tutto"

    Con quello stato d’animo vago e incerto di coloro che si attendono sempre il verificarsi di qualcosa di sorprendente, con quell’acuto eppur trasognato sguardo di chi osserva oltre l’apparenza positiva degli accadimenti, Federico Fellini ci ha donato il suo incredibile universo onirico attraverso quelle forme ricche ed evanescenti dei suoi splendidi film. Ebbe a dire: […]

    (leggi tutto)
    Boris Johnson

    C’è un leader europeo a Londra

    Boris Johnson sembra sapere cosa sia la civiltà occidentale. Peccato se ne voglia andare dalla Ue, dove invece non lo sa nessuno

    Martedì 19 aprile a Londra, in Trafalgar Square, non una piazza qualsiasi ma quella della gloria britannica, è stato inaugurato dal sindaco di Londra Boris Johnson un ben originale monumento. Con una altezza di quattro metri e mezzo riproduce quasi nelle sue dimensioni originali l’arco romano di trionfo di Palmira, fatto saltare dalle soldataglie dello […]

    (leggi tutto)
    Pasolini 2

    La religione del pasolinismo

    Di sinistra, di destra, di centro: gli zeloti del poeta friulano sono legione. In un saggio di Mirenzi li si dileggia. E si ricorda Pasolini uomo tra luci e ombre

    Un tempo li indicavano come «pasolinidi». Lui era ancora vivo, praticamente divo. Trastullava come Giuseppe nei “Viceré” la divina Maria Callas (cullandola sulle braccia?). Si spostava da un capo all’altro dello Stivale quasi fosse un cartone animato. Scriveva e come il vecchio di Hemingway sognava leoni (forse). Era un uomo imitatissimo. Il suo stile sconciocerebrale […]

    (leggi tutto)

    L’ultima notte di Ayrton Senna

    La mostra allestita al museo della velocità dell’Autodromo di Monza racconta la vita e la morte epica del pilota brasiliano

    Con una guancia sull’asfalto si prese quel punto di vista. Unico. L’asfalto bagnato, che non riusciva più a farsi attraversare dall’acqua che scendeva copiosa dal soffitto del mondo, rifletteva la luce in un modo che era, al tempo stesso, stupefacente e sinistro. Da quella posizione, con la faccia per terra, era come guardare il pelo […]

    (leggi tutto)
    immagine-copertina-GRIGI_bianco

    Responsabilità dell’architettura

    La cultura materiale oggi deve mettere al centro "il fine", fuori da ogni meccanicismo tecnologico

    Quale cultura materiale per una società a così elevato tasso di innovazione tecnologica, dove le leggi della natura vengono pian piano decodificate sino alla struttura del movimento atomico? Forse una ‘responsabilità materiale’ che metta al centro il fine, fuori da ogni meccanicismo tecnologico. L’elettromagnetismo, la forza nucleare, la teoria quantistica, la gravità, le recentissime onde […]

    (leggi tutto)
    GVico

    Formarsi una mente eroica

    Nella lezione inaugurale all’Università di Napoli del 1732 Vico incita i giovani allo studio per diventare liberi e forti

    Nel 1732 Giambattista Vico tenne una lezione inaugurale all’Università di Napoli, intitolata De mente heroica (qui nella traduzione di Massimo Lollini), ove incitava i giovani allo studio delle lettere non per raggiungere ricchezze e onori, né la sapienza dei filosofi, ma per “rendere eroico” il loro intelletto di natura semidivina e “dare inizio a una […]

    (leggi tutto)
    durer

    Apocalisse e luce dell’io

    CIELO Apocalisse e luce dell’io   “Negli ultimi giorni verranno tempi difficili, perché gli uomini saranno egoisti, amanti del denaro, vanagloriosi, superbi, bestemmiatori, ribelli ai genitori, ingrati, irreligiosi, insensibili, sleali, calunniatori, intemperanti, spietati, senza amore per il bene, traditori, sconsiderati, orgogliosi, amanti del piacere anziché di Dio, aventi l’apparenza della pietà, mentre ne hanno rinnegato […]

    (leggi tutto)
    Titivillus-con-San-Bernatdo-di-Mentone

    Gli scherzi di Titivillus, il diavoletto degli errori

    L'infernale creatura ispira il refuso. Era lui che riempiva di errori le pergamene degli amanuensi che trascrivevano i testi sacri

    C’è anche chi non ci crede, ma è assolutamente consigliabile crederci: il diavoletto degli errori di scrittura si nasconde dove meno te lo aspetti. Colpisce di preferenza gli accigliati censori della lingua, che immancabilmente se lo ritrovano tra i piedi nelle loro opere precise e ponderose, ma immancabilmente gravate da parole errate. La prima regola […]

    (leggi tutto)
    Cardano_4

    L’ingegno trascendente di Cardano

    Considerava i daimones intelletti superior