Attraversando il governo del caos
Un bilancio
Nelle criticitĂ  del ristorante
Una possibile via per l’evoluzione
Perché Draghi
Il momento di decidere e agire
Il nesso tra teoria e bilancio integrato nelle imprese
L’impresa come organismo olistico coordinato dalla scienza contabile: le metodologie di G. Zappa e dei teorici anglosassoni
Von Hayek: attualitĂ  di un reazionario
“Sono arrivato a considerare la giustizia sociale null’altro che una formula vuota”
La teoria del valore di Rudolf Steiner, prima parte
Oltre alla Natura e al Lavoro, lo Spirito diventa un fattore produttivo
L’anima e l’economia
Appunti della conferenza tenuta a Kaliningrado il 23 aprile 1996
America, impero tra supremazia e declino
L’egemonia planetaria statunitense è appannata ma resiste. La sua forza risiede nella sinergia tra hard-power economico-militare e capacitĂ  di seduzione culturale
Pure il ripopolamento dei robot
Tra una decina d’anni il 45% delle funzioni di lavoro saranno svolte nel manifatturiero da automi. Caleranno i salari e aumenterĂ  lo squilibrio dei redditi?
Il difetto di Atlantide e le crisi economiche
Le catastrofi sociali sono sempre anticipate da un collasso morale. Leggere il Crizia di Platone e capire l’empietà dell’economia d’oggi
La teoria delle Fluttuazioni economiche di Marco Fanno
L’economista veneto è stato in grado di formulare una vera e propria “teoria generale”, capace di unire sia la teoria del “sovra-risparmio”, sia la teoria del “sovra-investimento
Altro capitale fittizio
L’indebitamento selvaggio continua a rappresentare il principale strumento di creazione di capitale e benessere ovunque nel mondo
La coppia comica
La farsa consueta reiterata di una sinistra sempre da rivoluzione finta che esiste solo per essere cooptata
Il rischio che il sistema europeo
si frantumi
Non è possibile attivare politiche adatte a perseguire gli obiettivi dei Trattati europei mantenendo le attuali strutture istituzionali
Andare oltre
Questa crisi nasce dal non capire quanto la creazione di capitale sia ormai fittizia e una quota crescente di lavori perfettamente inutile
Un altro effetto dell’euro
L’industria europea si concentra in Germania perché il costo del lavoro per unità di prodotto è minore