L’Unico. Senza limite è l’informe

Nietzsche fu un grande moralista, semplicemente la sua gerarchia di valori era diversa. Il vero, “l’unico”, immoralista fu Max Stirner che, negli Epigonen, firmandosi G. Edward, scrisse: «Io voglio soltanto essere io; io disprezzo la natura, gli uomini e le loro leggi, la società umana e il suo amore, e recido ogni rapporto generale con essa, perfino quello del linguaggio. A tutte le designazioni del vostro giudizio categorico contrappongo l’atarassia del mio io; e già faccio una concessione se mi servo del linguaggio, io sono l’indicibile, io mi mostro soltanto. E non ho forse, col terrorismo del mio io, che respinge tutto ciò che è umano, altrettanta ragione di voi col vostro terrorismo umanitario, che mi marchia subito quale mostro inumano, se commetto qualcosa contro il vostro catechismo, se non mi lascio disturbare nel mio godimento di me stesso?» (cit. pp. 404-405; M. Stirner; L’unico e la sua proprietà; con un saggio di R. Calasso; Adelphi; Milano, 1999). Sono parole che potrebbero essere recitate da Carmelo Bene. Ma anche parole poi inverate nella più banale quotidianità. L’unico stirneriano è diventato un tipo umano: un soggetto che non è in alcun modo paragonabile ad altro, semplicemente perché non vi è altro. L’unico è l’identico: egli è sé stesso e null’altro. È pura volizione priva di volontà. È quindi l’indistinto, l’informe; in un certo qual modo è l’originario. Ma “essere” significa “relazionarsi”, bene lo insegna Prajapati, il gigante della cosmogonia vedica: poiché unico, dubitava della sua reale esistenza. Allora dal suo occhio creò il cavallo e fu così certo di essere. Max Stirner non scavò abbastanza nelle profondità dell’individuo, dove ancora si celano gli dei. Rimase troppo in superficie. Ci si può chiedere se fu anche angosciato dall’unicità, così come forse lo fu Prajapati prima della sua geniale intuizione: l’unico non può prescindere dal cavallo. Fu questa idea rivoluzionaria che mancò a Stirner. Senza limite vi è l’informe.

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *